Carpitaly, ti presento Any Water

Vi avevamo promesso un blog sul Carpitaly e quindi eccolo qui: sono stati due giorni intensi, molto intensi, ma carichi di emozioni che da qualche anno non vivevamo più, onestamente, ci mancava!

Vi avevamo promesso un blog sul Carpitaly e quindi eccolo qui: sono stati due giorni intensi, molto intensi, ma carichi di emozioni che da qualche anno non vivevamo più, onestamente, ci mancava! Preparare il Carpitaly ci è costato molte energie e siamo arrivati al giorno dell’apertura delle porte esausti. Cosa ci ha dato la forza di affrontare due giorni incalzanti di fiera? Voi, i pescatori che alla fiera di settore non vi siete fatti pregare e avete partecipato alla grande. Solo il fatto di trovarsi, farsi una foto, parlare di pesca, di strategie, di cosa farete durante quest’anno, insomma, parlare della nostra passione più grande, il carpfishing, ci ha ridato il boost e cancellato completamente la stanchezza dovuta da tutto il lavoro di preparazione.

Avevamo la percezione che sarebbe stata una fiera partecipata perché abbiamo pensato che se noi abbiamo voglia di rivederci, condividere e così via, perché non dovrebbe averla una persona con la medesima passione? Infatti, così è stato. Di gente nei corridoi ce n’era molta, tutti passeggiavano e ridevano, ed è stato davvero emozionante, ma forse la cosa che ci ha colpito di più è stata quella di vedere tanti giovani. Molti giovani erano accompagnati dai loro padri o addirittura, i più grandi, in crew con i loro soci di pesca, e questo è il segnale più forte che poteva arrivare perché vuol dire che c’è nuova linfa in arrivo e quando c’è nuova linfa, il movimento si evolve e prospera.

Non è che non abbiamo letto i vari commenti nati prima della fiera. Molte di queste “critiche” sfociate e alimentate (come accade spesso) sui vari social erano del tutto sterili e il più delle volte sorrette da idee strampalate di marketing. Non è un caso se sono state smentite dai numeri. Con questo non vogliamo dire che il confronto sia sbagliato, anzi, guai se viene a mancare questo, ma dovrebbe essere fatto in ottica propositiva e non solo di critica verso non si sa chi e non si sa a cosa.

Il prossimo anno noi di Any Water ci saremo sicuramente, se la fiera verrà ancora fatta, a patto che qualcosa cambi, e qui vogliamo spendere due parole in merito, perché c’è qualcosa che non andava, e per noi è stata l’organizzazione. Chi era preposto ad organizzare la cosa non ha fatto il minimo sindacabile e cioè: collegamenti tra i vari stand (per fortuna non pioveva), la moquette a terra (non si è mai visto una fiera senza), una comunicazione strategica ben fatta. Siamo nel 2023 e c’è stato tempo per organizzare il lancio della fiera. Sottolineiamo solo il fatto che il nostro brand non è stato citato mai, tranne sabato quando l’ente fiera ha condiviso il post che abbiamo fatto a fine della prima giornata. Forse la condivisione è avvenuta perché abbiamo scritto che è stato un successo.

Ora, senza peccare di presunzione, Any Water è un’azienda affermata in Italia (e non solo) nel settore delle esche per il carpfishing. Tuttavia, ci chiediamo perché non siamo stati menzionati nella comunicazione pre-fiera, visto che il pubblico lamentava l’assenza di marchi e la presenza solo di negozi. Noi siamo un marchio e non comprendiamo perché chi gestiva la comunicazione del Carpitaly non ci abbia citato. In definitiva, le critiche che abbiamo sentito e che abbiamo espresso in questo post sono soprattutto indirizzate all’organizzazione della fiera e non ai contenuti esposti.

Comunque, abbiamo già scaricato il nostro stand e ci prepariamo nuovamente a partire questa volta per Montluçon in Francia, così potremo fare un confronto e, magari, condividere con voi un nuovo post.